Lettera sulla PROVINCIA DEI CARNICI

Mi entusiasma che i carnici si facciano la loro Provincetta.
Anzi, sono favorevole anche a quella della Bassa friulana, e poi a quella dell'Est e dell'Ovest. Cos, mentre noi friulani ci  scanneremo su quell'unico piccolo osso, i triestini ci comanderanno (a noi) di scavare in laguna per avere i posti barca (loro) di cui hanno sempre fame e poi ci faranno "scarponare" in montagna per preparare le piste di sci "che a loro piace tanto lo sport". I friulani dei quattro cantoni saranno contenti di servire un padrone, com' loro congeniale, e cantando une vilote sospireremo sul << furlan salt, onest lavoradr >>.
Questa mi pare un'ottima occasione per tornare tutti a fare i sotants. Fuarce, Fril !

Silvana Zanon
Campoformido

Lettera apparsa sul Messaggero Veneto del 26 febbraio 2004

dar